Migranti: cinque imbarcazioni arrivate in Salento nelle ultime 24 ore

Continuano gli sbarchi di migranti in Salento dove, soltanto nelle ultime 24 ore, sono arrivate cinque imbarcazioni.

La prima è arrivata nel porto di Santa Maria di Leuca poco prima delle 22 di domenica sera. A bordo, 13 minori, 8 donne e 63 uomini per un totale di 84 migranti. Tra di loro anche una donna incinta che, nelle fasi della discesa a terra, è stata colta da un malore perdendo i sensi. Per lei è stato necessario l’intervento di un’ambulanza del 118 che l’ha trasportata, con codice rosso, verso l’ospedale di Tricase.

Poco prima delle 23, è stata notata un’altra imbarcazione a circa 8 miglia da Otranto: il gruppo è stato condotto verso l’ospedale “Don Tonino Bello” della città.

Dopo i due sbarchi della notte, altri tre sono stati quelli della giornata odierna. La Guardia di Finanza ha intercettato al largo di Porto Selvaggio, a Nardò, un’imbarcazione con 17 migranti di nazionalità turca a bordo, di cui 5 minorenni. Il natante è stato poi dirottato nel porto di Gallipoli dove tre degli uomini a bordo di nazionalità turca sono stati fermati perché sospettati di essere scafisti.

Ancora, nel pomeriggio a Leuca è giunto un piccolo scafo con a bordo una famiglia di migranti composta da quattro persone. Secondo quanto si apprende, lo scafista sarebbe stato arrestato. Nel frattempo, sempre a Leuca, si attende l’arrivo di una barca avvistata a 18 miglia dalla costa.

Si tratta, in tutti i casi, di migranti di passaggio, che usano il Salento come punto d’arrivo per intraprendere nuovi viaggi verso il nord Europa, di solito in nazioni come Gran Bretagna o Germania, dove spesso hanno parenti già trapiantati e in cui, comunque, vi sono folte comunità di connazionali. La macchina dell’accoglienza salentina, comunque, sarebbe già allo strenuo. Per far fronte ai numerosi arrivi, infatti, sono stati attivati anche i medici del reparto di sanità pubblica della Croce Rossa e i volontari della provincia di Brindisi.