Puglia: 1,3 mln per centri antiviolenza e case rifugio

Sono stati pubblicati ieri sul Bollettino ufficiale della Regione Puglia due Avvisi per i centri antiviolenza e le case rifugio di accedere ai contributi pubblici. Complessivamente la somma a disposizione è di circa 1,3 milioni. “Stiamo potenziando le politiche per il contrasto alla violenza sulle donne e i minori – dichiara l’assessora al Welfare della Regione Puglia, Rosa Barone – attraverso il rafforzamento dell’attuale rete di centri antiviolenza e case rifugio di prima e seconda accoglienza, per noi partner fondamentali nel percorso di supporto alle donne vittime di violenza, un supporto finalizzato al recupero della libertà sotto i vari aspetti. Stiamo lavorando per una svolta che parta da un cambiamento culturale e in questo senso va anche l’Agenda di genere approvata qualche settimana fa. Storie come quella che leggiamo oggi, di una ragazza costretta a prostituirsi dal fidanzato, arrestato assieme ad altre 4 persone, grazie alla madre della vittima che ha avuto il coraggio di denunciare, non devono più ripetersi e l’impegno del mio assessorato è massimo per mettere in campo tutti gli strumenti possibili per il contrasto e la prevenzione della violenza sulle donne. Un impegno che condivido assieme agli altri assessorati, associazioni e società civile, perché solo lavorando insieme si possono ottenere i risultati sperati”.