Val d’Agri unanime su rinnovo bonus gas e tutela indotto petrolifero

Previsto in giornata l’incontro a Viggiano tra i sindaci della Val d’Agri e quello di Calvello per spingere Eni e Shell, insieme alla Regione Basilicata, sul rinnovo dell’accordo “bonus energetico”. “Preoccupati – dice a nome delle fasce tricolori, Amedeo Cicala – sulla tenuta dell’indotto petrolifero”.

Si terrà in giornata l’incontro a Viggiano, tra gli 11 comuni della Val d’Agri e per la Val Camastra quello di Calvello, insieme a Regione Basilicata e compagnie petrolifere Eni e Shell, per ottenere il rinnovo del Bonus Gas.
Un importante strumento di finanziamento e incentivo per i cittadini presenti sul territorio lucano che da anni assicura il più alto approvvigionamento di idrocarburi a livello nazionale.
Nelle scorse ore, il presidente della conferenza dei sindaci Amedeo Cicala, ha riunito gli omologhi di Grumento Nova, Marsico Nuovo, Marsicovetere, Moliterno, Montemurro, Paterno, Sarconi, Spinoso, Tramutola e Calvello, nel quale è stata redatta la proposta di accordo.
A tenere banco sono anche i timori sulla tenuta dell’indotto petrolifero in Val d’Agri. Cicala ha già incontrato l’assessore regionale alle Attività Produttive Cupparo alla pr4esenza di Eni. All’alba del rinnovo delle concessioni, è stata ribadita la necessità di garantire i livelli occupazionali.