Fai, tornano in Puglia le ‘Giornate d’autunno’

Si apriranno con un grande omaggio al centenario della traslazione del Milite Ignoto le Giornate Fai d’autunno. La decima edizione della grande festa di bellezza, patrimonio e cultura del Fondo Ambiente Italiano e cuore della

Campagna ricordiamoci di salvare l’Italia, è in programma sabato 16 e domenica 17 ottobre e prevede l’apertura eccezionale di 42 beni delle Forze Armate che tornano in Italia.

In Puglia tra i luoghi selezionati e visitabili, c’è la Caserma Picca di Bari, intitolata all’eroe della Prima Guerra Mondiale caduto sul Carso il 2 novembre 1916, progettata nel 1871 dall’ingegnere Michele Lofoco. E’ un bell’esempio di architettura militare dell’Ottocento.

In provincia di Bari, ad Altamura, saranno aperti i luoghi della comunità greca lungo le vie e i claustri a ridosso della chiesa di San Nicola, un’area urbana che comprende chiese e luoghi che ben raccontano la presenza di una comunità greca nella cittadina barese tra il XIII e XVII secolo.

A Stornara, nel Foggiano, si potranno visitare il borgo e i suoi murales. A Fasano, in provincia di Brindisi, il tempietto di Seppannibale, gioiello di architettura longobarda in Puglia. Nella Bat, a Bisceglie, I visitatori potranno passeggiare tra I luoghi del borgo antico, caratterizzati da architetture medievali e case torri.

A Lecce sarà aperta la scuola di cavalleria, all’interno della caserma intitolata al Ten. Col. Salvatore Zappalà. Unica in Italia, è un istituto preposto alla formazione di tutto il personale dell’Arma di Cavalleria delle Forze Armate.

Nel Leccese, a Tricase, il Museo di Storia Patria, e a Sannicola la chiesa di san Mauro. Infine a Taranto, il palazzo Fornari, costruito in calcarenite locale, la sua origine è databile intorno ai secoli XVI e XVII.