Scuola: in Puglia già 40 classi in dad. Assessore Leo: “C’era da aspettarselo”

L’anno scolastico è ufficialmente partito da qualche giorno in Puglia e già si fanno i primi bilanci. Secondo i dati del monitoraggio pubblicato dalla Fondazione Gimbe, il 6,4% del personale scolastico pugliese non si è ancora sottoposto alla vaccinazione anti Covid-19, mentre il 75,2% degli studenti tra i 12 e i 19 anni ha ricevuto almeno una dose.

I dati, seppur incoraggianti, non hanno evitato che a pochi giorni dal ritorno tra i banchi 40 classi siano già in didattica a distanza. “Stiamo raccogliendo i dati e abbiamo lavorato durante l’estate e stiamo continuando a farlo perché l’anno scolastico possa essere in presenza”: a dirlo Mario Trifiletti, dirigente dell’Ufficio scolastico regionale della Puglia, che ha commentato il dato ad appena pochi giorni dalla riapertura delle scuole.

“C’era da aspettarselo” ha aggiunto Sebastiano Leo, assessore regionale all’Istruzione, che ha proseguito dicendosi fiducioso sull’azione del vaccino sulla frenata dei contagi. “Continueremo con la didattica in presenza – ha proseguito Leo – Sino a quando le terapie intensive non saranno al limite bisogna continuare ad andare a scuola”. Poi, ha concluso invitando a vaccinarsi, “che è l’antidoto più importante, oltre che essere prudenti, indossare le mascherine e rispettare il distanziamento”.

Complessivamente, in Puglia ha completato il ciclo vaccinale il 72,7% della popolazione residente, a cui si aggiunge un ulteriore 5,5% che ha ricevuto soltanto la prima dose. Fanno meglio soltanto Lombardia, Toscana e Molise. Inoltre, rispetto a una media italiana del 10,5%, soltanto il 6,3% degli over 50 pugliesi risulta non immunizzato: una percentuale che porta la Puglia a essere la regione italiana con la miglior copertura vaccinale in questa fascia d’età.

Cala infine il numero dei contagi su tutto il territorio italiano. A diffondere il dato ancora la Fondazione Gimbe, che ha segnalato un calo del 14,9% dei contagi nell’ultima settimana. Stabili invece i decessi legati al covid, 394 in una settimana.