Bimbo affetto da Sma, l’Aifa autorizza alla somministrazione del farmaco

Si è riaccesa la speranza per il piccolo Paolo, il bimbo di quasi due anni affetto da Sma di Tipo 1. L’Aifa ha infatti autorizzato la somministrazione della terapia genica Zolgensma anche per i bambini tracheostomizzati o ventilati. “Rimane in carico all’equipe clinica multidisciplinare il compito di stabilire – nel singolo paziente e dopo un’attenta valutazione delle condizioni complessive – se sia opportuno prevedere di effettuare” il trattamento con terapia genica. È quanto scrive l’Aifa in una lettera indirizzata al governatore pugliese Michele Emiliano. Due settimane fa, il presidente della Regione Puglia aveva infatti chiesto all’Aifa e al ministero della Salute di esprimersi e autorizzare la terapia genica. In Italia, infatti, il farmaco Zolgensma, che costa due milioni di euro, non viene autorizzato per i bimbi sottoposti a respirazione artificiale. Tanto che i genitori dei piccoli hanno chiesto aiuto alla Regione per portare i loro piccoli in una clinica americana dove non esiste questa limitazione relativa alla respirazione artificiale.