Mesagne candidata ufficialmente a capitale italiana della cultura 2024

Mesagne presenta ufficialmente la propria candidatura a Capitale italiana della Cultura per il 2024. A coordinare il progetto “Mesagne 2024”, invece, Simonetta Dellomonaco, esperta in management e presidente di Apulia Film Commission, originaria proprio di Mesagne. La cittadina del Brindisino è supportata anche dal mondo accademico salentino, oltre che da un comitato comitato scientifico e uno promotore, di cui fanno parte Angelo Rogoli e Angelo Cisternino, componenti della band salentina Boomdabash, e gli attori Vanessa Scalera e Sergio Rubini.

La presentazione ufficiale è avvenuta nel castello normanno-svevo, uno dei luoghi simbolo della città e Mesagne concorrerà al titolo accanto a Conversano, altra città pugliese candidata.

“Questa candidatura rappresenta per la nostra città già di per sé un successo, frutto di un percorso di rilancio della città avvenuto negli ultimi trent’anni”: a dichiararlo è il sindaco Toni Matarrelli, anche presidente del comitato di promozione, che ha sottolineato come il sostegno da parte degli ex sindaci della città, dal comune di Brindisi e dai tanti personaggi illustri mesagnesi sia motivo di vanto a prescindere dal risultato finale. “Questo percorso – ha concluso Matarrelli – porterà la nostra città a una dimensione diversa in cui la leva culturale favorisce la coesione sociale, la creatività e lo sviluppo economico”.