Mesagne riabbraccia Vito Dell’Aquila, oro olimpico a Tokyo 2020 nel taekwondo

Mesagne ha riabbracciato il suo campione. Vito Dell’Aquila è tornato in Puglia dopo la sua impresa a Tokyo 2020 dove ha vinto l’oro per il taekwondo. Per lui una grande festa organizzata allo stadio Guarini della città, alla presenza di Carlo Molfetta, team manager della Nazionale Italiana di Taekwondo, anche lui campione olimpico e mesagnese, proprio come Dell’Aquila.

All’evento ha presenziato anche il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, arrivato in ritardo perché prima impegnato a Brindisi in un altro evento.

Sul palco, l’atleta ha raccontato l’emozione legata alla vittoria finale e al momento in cui è salito sul gradino più alto del podio per “addentare” la sua medaglia. Seduti tra il pubblico, invece, i genitori, i familiari, gli amici, il sindaco di Mesagne, il presidente della Fita, Angelo Cito e due dei componenti del gruppo Boomdabash, Angelo Rogoli e Angelo Cisternino, mesagnesi anche loro.

Emiliano, nel corso del suo intervento, ha annunciato una probabile festa di gala per omaggiare tutti gli atleti pugliesi vincitori a Tokyo 2020. “E’ la vittoria del sacrifico – ha detto il presidente di regione – è l’affermazione dell’orgoglio della Puglia ma soprattutto dell’orgoglio di Mesagne che ha bisogno di questi ragazzi”. A lui, Vito Dell’Aquila ha donato il caschetto rosso autografato che ha indossato nel corso della finale olimpica.