Violenza donne: dal 6 agosto riapre in presenza sportello Poliba

Uno sportello di ascolto e accoglienza per aiutare chi è vittima di violenze. Riapre in presenza, venerdì 6 agosto, lo Sportello antiviolenza inaugurato al Politecnico di Bari nel febbraio 2020, finanziato da Comune e Regione, gestito online dopo l’inizio della pandemia. A settembre, inoltre, raddoppia il servizio al pubblico con aperture il primo e il terzo venerdì di ogni mese, dalle 9 alle 11. Lo rendono noto il Comune e il Politecnico. Nella sede del Campus universitario, al primo piano della Biblioteca Centrale del Politecnico, dopo l’apertura di venerdì 6 lo Sportello continuerà ad operare in presenza con una educatrice psicologa e una psicologa psicoterapeuta. Gestito attualmente dalla cooperativa Comunità San Francesco. “La prossima riapertura in presenza dello sportello, insieme al potenziamento del servizio previsto da settembre – sottolinea il rettore del Poliba, Francesco Cupertino – sono un segno importante e un sostegno concreto per chi è vittima di qualsiasi forma di violenza”. Un analogo sportello è stato attivato anche all’Università ‘Aldo Moro’ di Bari. “Nonostante l’emergenza sanitaria e il periodo estivo, proseguono le attività di prevenzione, formazione, ascolto, tutela e protezione delle donne vittime di violenza nei luoghi informali, in strada, nel contesti lavorativi, nella scuola e nelle Università”, sottolinea l’assessora comunale al Welfare, Francesca Bottalico: “Proprio in questa direzione abbiamo potenziato spazi e sportelli diffusi di ascolto in tutta la città, unità di strada, programmi di formazione, con l’impegno di 300 operatori formati nelle scuole primarie, secondarie e nell’Università”. L’assessora ha anche ricordato “l’impegno dell’assessorato al Welfare nella cabina di regia per la stesura del nuovo piano nazionale contro la violenza sulle donne, un percorso nel quale abbiamo cercato di mettere a frutto l’esperienza maturata” in questi anni con la rete cittadina e interistituzionale.