Aqp, consiglio di amministrazione approva gare per 21,4 milioni di euro

Il potenziamento dell’impianto di depurazione di Giovinazzo, nel Barese, per un importo di 5,7 milioni e la procedura per l’affidamento del servizio di verifica relativo al progetto di risanamento Reti 4 del valore di 2 milioni. Il Consiglio di Amministrazione di Acquedotto Pugliese, nel corso dell’ultima seduta, ha approvato gare per 21,4 milioni di euro. Quello di Giovinazzo rappresenta uno degli interventi più rilevanti. Nello specifico, sull’impianto di depurazione il progetto prevede il controllo delle emissioni odorigene, il potenziamento della linea fanghi nonché il riuso delle acque depurate per fini agricoli.

La durata dei lavori è fissata a un anno e mezzo, dall’apertura del cantiere. Il progetto Risanamento Reti 4, del valore di 637 milioni di euro, prevede invece la sostituzione di 1.645 Km di reti, la realizzazione di distretti, il controllo delle pressioni e il monitoraggio delle grandezze idrauliche in 94 comuni. Un fitto piano di efficientamento delle reti idriche che partirà, in continuità con l’avvio del Risanamento delle Reti 3, già in corso su 21 comuni (valore 80 milioni di euro) e a cui seguirà un ulteriore progetto di risanamento, Risanamento Reti 5, del valore, quest’ultimo di 1,2 miliardi di euro.

“Prosegue – ha dichiarato Simeone di Cagno Abbrescia, Presidente di Acquedotto Pugliese – l’impegno di Acquedotto Pugliese per un servizio idrico integrato sempre più efficiente e proiettato verso un futuro sostenibile. Le azioni strategiche messe in campo per il risanamento delle reti e il potenziamento della depurazione su tutto il territorio servito fanno di AQP un esempio virtuoso di acquedotto sostenibile e circolare”.