San Severino Lucano (PZ) confermato Comune Bandiera Arancione

Alle 12.30 hanno suonato a festa le campane della Chiesa di San Severino Lucano subito dopo la Conferenza stampa del Touring Club che ha annunciato il rinnovo del marchio Bandiera Arancione. La bandiera arancione è un riconoscimento di qualità turistico-ambientale conferito dal Touring Club Italiano (TCI) ai piccoli comuni dell’entroterra italiano (massimo 15.000 abitanti) che si distinguono per un’offerta di eccellenza e un’accoglienza di qualità.
Durante l’evento online a cui hanno preso il Presidente del Touring Club Italiano e diversi rappresentanti istituzionali tra i quali il Ministro del turismo Garavaglia, è stato dato l’annuncio delle località certificate per la prima volta con la Bandiera Arancione e la comunicazione dei Comuni ai quali è stato rinnovato il marchio.
Il TCI ha chiesto a tutti un gesto simbolico per festeggiare l’assegnazione e cioè far suonare le campane della chiesa tutti insieme, i 251 comuni riconfermati e gli 11 nuovi, alle 12.30.
“Orgoglioso per la riconferma da parte del Touring club Italiano della “Bandiera arancione” per il triennio 2021-2023, al comune di San Severino Lucano. Il marchio di qualità ambientale attribuito ci permetterà di essere sempre più apprezzati e stimolerà ulteriormente la scelta di questi nostri territori quale meta turistica, anche grazie a eventi organizzati dal Touring club e riservati ai comuni Bandiera Arancione come, caccia ai tesori, PleinAir ecc.” Marchio che ha una validità triennale e a scadenza si ricomincia da capo con la presentazione della domanda di attribuzione del marchio da parte del comune e l’analisi dei requisiti da parte di esperti del TCI che in incognito visitano i comuni.
San Severino Lucano possiede un ricco e variegato patrimonio ambientale e artistico, è inserita nel cuore del Parco del Pollino e vanta opera come la ruota panoramica di Karsten Holler, la statua della Madonna di Pollino di Daphne Du Barry e poi ancora Keramos, il museo delle sculture di ceramica, vecchi mulini ecc. Buona la qualità dell’offerta turistica con strutture gestite da personale in grado di soddisfare qualsiasi tipo di esigenza, non mancano eventi di richiamo e produzioni agricole e attività artigianali di nicchia.
“Preciso che il riconoscimento Bandiera Arancione deriva dalle azioni che l’amministrazione comunale porta avanti da anni ma è stato ottenuto anche grazie alla collaborazione dei cittadini che amano e tutelano i luoghi, la Proloco e le altre associazioni sempre pronti ad animare e dare informazioni, e grazie alla capacità di operatori turistici che garantiscono offerta di alto livello”