Opere ferroviarie in Basilicata. Commissario straordinario Fiorani incontra assessore Merra

Incontro tra il DG di Rete Ferroviaria Italiana nonché commissario straordinario di alcune opere Fiorani e l’assessore lucano al ramo Merra sul trasporto ferroviario ed interventi infrastrutturali previsti dal PNRR: 4 mld di euro circa d’investimenti. Focus sul completamento della linea Ferrandina-Matera.

“Il 2026 è una data cruciale non solo per la Basilicata ma per l’intero Paese”. Così l’amministratore delegato e direttore generale di Rete Ferroviaria Italiana, Vera Fiorani, in veste di commissario straordinario per la tratta ferroviaria Ferrandina-Matera La Martella, ricevuta per la prima volta in Basilicata a Potenza dall’assessore regionale ad Infrastrutture e Trasporti, Donatella Merra. Sul tavolo il nuovo concetto di mobilità con trasporto ferroviario ed interventi infrastrutturali: sul piatto i 4 mld di euro circa d’investimenti e primi cantieri a fine 2022.
Si va dal potenziamento e velocizzazione della linea Potenza-Foggia, inserita nell’ambito del CIS Napoli-Bari e per la quale è prevista l’elettrificazione dell’intera linea, l’Alta Velocità nell’ambito del PNRR sul tratto lucano della Salerno-Reggio Calabria, velocizzazione della linea Battipaglia-Potenza-Metaponto, fino all’atteso completamento della Ferrandina-Matera: tra manutenzione e nuove opere, per un costo complessivo di circa 365 mln di euro, 50′ dei quali inseriti nel Recovery Plan, e dove la Regione punta a far partire le gare entro fine anno.