Puglia in zona bianca, decade il coprifuoco: tutte le regole

14 giugno segna il ritorno alla liberta’: merito di un andamento epidemiologico in netto miglioramento

L’attesa e’ finita, si torna alla liberta’. Da oggi, 14 giugno, decade la regola del coprifuoco: questa la principale novita’ della zona bianca che riguarda tutti i pugliesi. Merito di un andamento epidemiologico in netto miglioramento per la terza settimana consecutiva, con una incidenza di contagi inferiore a 50 casi per 100mila abitanti.

Ci si puo’ quindi spostare senza limitazioni orarie e senza l’obbligo di presentare alcuna autocertificazione. Bar, ristoranti e altre attività sono aperte ed è possibile consumare cibi e bevande sia all’interno sia all’aperto, senza limiti orari. Per le strutture all’aperto non c’è più la limitazione sui posti a sedere, mentre nei luoghi al chiuso a ogni tavolo si potranno sedere massimo 6 persone.

Resta obbligatorio l’uso della mascherina sia all’interno sia all’esterno dei locali, il rispetto delle regole sul distanziamento e sull’uso di gel igienizzanti.

E’ consentita senza restrizioni anche la vendita di cibi e bevande d’asporto e la consegna a domicilio, che deve comunque avvenire nel rispetto delle norme sul confezionamento e sulla consegna dei prodotti.

In zona bianca e’ possibile spostarsi senza limitazioni verso tutte le altre regioni, a patto che lo spostamento avvenga per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. Sarà possibile raggiungere anche le località in zona gialla, senza doverne giustificare il motivo, ma nel rispetto delle specifiche restrizioni di orario previste per la zona gialla.

In zona bianca è consentito fare visita ad amici e parenti, ma resta la limitazione sul numero di persone. Bisognerà essere massimo in sei, esclusi i figli minori.

Tutte le attività sportive, individuali e di gruppo, sia al chiuso sia all’aperto, sono consentite. E’ possibile anche tornare a utilizzare le docce, pur nel rispetto delle regole di distanziamento. Riaprono anche spa e centri benessere.

Resta il divieto di organizzare feste in casa, mentre restano chiuse discoteche e sale da ballo. In zona bianca si potrà partecipare alle cerimonie civili o religiose, ovvero matrimoni, battesimi e comunioni, con il green pass.