Mafia, Pepe (Lega): emergenza criminalità in Basilicata, necessario presidio Dia

“In Basilicata c’è un’emergenza criminalità che deve essere affrontata in maniera energica dallo Stato, attraverso la costituzione di un centro operativo della Direzione Investigativa Antimafia e con il potenziamento dei presidi della Polizia di Stato”: lo ha detto, in una dichiarazione, il sen. Pasquale Pepe, vicepresidente della Commissione parlamentare antimafia. “I segnali di una reviviscenza dei fenomeni criminosi – ha aggiunto, annunciando un’interrogazione – sono stati chiaramente segnalati dal Procuratore della Repubblica di Potenza, Francesco Curcio, e dalle relazioni del Ministero dell’Interno. Chiedo l’ampliamento della dotazione del personale delle forze dell’ordine. La criminalità organizzata è riuscita a penetrare nel tessuto socio-economico della regione, comprese le istituzioni pubbliche. È necessario prestare ascolto alle istanze del sindacato autonomo di Polizia che ha chiesto un immediato rafforzamento dei presidi di sicurezza territoriali, attraverso il potenziamento degli organici, anche in considerazione dei prossimi pensionamenti. Peraltro, la presenza del centro di permanenza per i rimpatri di Palazzo San Gervasio, in provincia di Potenza, tiene impegnata una quota significativa del personale di polizia, sottraendolo alla vigilanza sulle attività criminose nel resto della regione. La Basilicata – ha concluso Pepe – non è immune da fenomeni mafiosi e per arginarli è fondamentale agire celermente opponendo gli strumenti a tutela dello Stato di diritto”.