Covid-19, la Puglia verso la riconferma della zona gialla

Meno contagi e meno ricoveri con un indice Rt inferiore a uno: la Puglia va verso la conferma della sua permanenza in “zona gialla” anche nella prossima settimana. Per la prima volta, infatti, dopo quasi tre mesi gli “attualmente positivi” sono scesi sotto il tetto dei 40mila, curva in calo anche nel numero dei ricoverati: i pazienti negli ospedali pugliesi sono 1.321, con un -62, registrato nelle ultime 24 ore.

Nelle scorse ore, nell’ambito di una ridistribuzione decisa dal commissario Francesco Paolo Figliuolo, sono state consegnate altre 50mila dosi di vaccino Astrazeneca, si tratta di dosi che erano rimaste inutilizzate in Sicilia per il rifiuto da parte dei cittadini. Alla Puglia serviranno per garantire i richiami anche se sono ancora insufficienti: sono infatti circa 350mila i pugliesi che devono ricevere la seconda dose AstraZeneca.

Intanto, fino a mercoledì 19 maggio, sono limitate le nuove consegne di vaccini in Puglia: secondo l’ultimo piano consegne trasmesso dalla Protezione civile regionale alle Asl, nelle prossime ore arriveranno solo 10.600 dosi J&J e 19.500 Astrazeneca; il 17 maggio saranno distribuite 24.100 sieri Moderna. Per un nuovo carico importante bisognerà attendere il 19 maggio, quando Pfizer dovrebbe consegnare 139.230 dosi. Complessivamente, da domani al 4 giugno la Puglia dovrebbe ricevere, salvo ritardi o slittamenti, poco più di 800mila dosi di vaccini anti Covid.