Festa della mamma, Coldiretti: “Il 60% dei pugliesi donano fiori”

“Il 60 percento dei pugliesi ha scelto fiori e piante come regali per la Festa della mamma. Calle, lilium, fiori di campo, primule, sono i doni più gettonati. Il 19% dei cittadini non ha potuto acquistare nulla per colpa della crisi causata dal Covid”.

E’ quanto rileva Coldiretti Puglia, sulla base dell’analisi svolta nei mercati contadini di Campagna Amica della Puglia. Per tutte le mamme nei mercati a Foggia e a Taranto i contadini di Campagna Amica hanno preparato omaggi floreali Made in Italy con il vademecum su come conservare al meglio piante e fiori ma anche assicurargli una “seconda vita”, oltre a regali contadini come saponi al latte di asina, sacchetti di erbe aromatiche, dolcetti di mandorla e vasetti di miele, accompagnati da poesie e ricette.

Nel mercato di Brindisi non solo piante e fiori, ma anche spazio alla solidarietà per aiutare le famiglie in difficoltà, dalla spesa sospesa di Campagna Amica all’operazione Solo Dal Cuore l’iniziativa promossa da Coldiretti Donne Impresa insieme ai volontari del Cuamm Medici con l’Africa. A fronte di una maggioranza assoluta che dona fiori – precisa Coldiretti Puglia – “c’è quasi 1 cittadino su 5 (19%) che quest’anno non regalerà nulla a causa della crisi economica, mentre un ulteriore 12% non fa mai regali in queste occasioni”.

Il fatto che la stragrande maggioranza dei cittadini si sia indirizzato verso un omaggio floreale “rappresenta una boccata di ossigeno per il Vivaio Puglia, uno tra i settori più colpiti dall’emergenza Covid con un danno stimato dalla Coldiretti Puglia pari a 120 milioni di euro. Dopo 2 mesi di chiusure con la Puglia per 8 settimane in zona rossa e arancione, la festa della mamma è il primo appuntamento che apre uno spiraglio di speranza con i cittadini pugliesi in zona gialla da lunedì 10 maggio”.