Bari, un anno fa la visita di Papa Francesco

In occasione della conclusione di “Mediterraneo Frontiera di Pace”, la visita di Papa Francesco a Bari che definì la città “Capitale dell’unità”

A distanza di un anno, sono le immagini a parlare. Gli occhi pieni di emozioni, i sorrisi ancora sul volto, visibili perchè non nascosti dietro le mascherine.

Era il 23 febbraio 2020 quando Papa Francesco tornò a Bari in occasione della conclusione dei lavori “Mediterraneo Frontiera di Pace”, le cinque giornate dedicate al dialogo tra vescovi di 20 paesi che si affacciano sul Mare Nostrum.
Un mare che spesso divide, ma che in quella occasione fu definito come confine di riconciliazione.
Quello spazio condiviso che ha permesso di trasformare Bari in un palcoscenico naturale di confronto: Papa Francesco definì (per questo) Bari “Capitale dell’Unità”

A distanza di un anno, l’impegno a dialogare e a costruire la pace in un’area cruciale per il mondo intero non è venuto meno. Sebbene la dimensione pubblica dell’esperienza abbia subito un’interruzione a causa della pandemia, il confronto tra Chiese sorelle e il supporto vicendevole hanno continuato a caratterizzare i mesi della crisi sanitaria. E proprio la pandemia, che continua ad attraversare frontiere e continenti, dimostra ancora una volta che l’umanità è una sola e che i destini dei popoli sono strettamente correlati in questa era globale.

Nel solco di “Mediterraneo frontiera di pace” si è alimentato lo spirito di fraternità: a bari un incontro spirituale dedicato all’emergenza Balcanica