Covid-19, Puglia e Basilicata in zona gialla fino a venerdì 15 gennaio

La Puglia, per un soffio, resta in zona gialla, è questo l’esito delle analisi dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia per l’emergenza sanitaria legata alla diffusione del Covid-19. Il provvedimento partirà da lunedì 11 gennaio, mentre oggi e domani, tutta l’Italia sarà in zona arancione.

Secondo i dati dell’Istituto Superiore di Sanità, la Puglia infatti ha un indice di contagio Rt che si è fermato a quota 1. Al limite quindi, ma non tanto da colorare la regione di rosso.

Quindi da lunedì, bar e ristoranti in Puglia potranno restare aperti fino alle 18, almeno fino a venerdì 15 gennaio, quando scadrà il Dpcm e ne sarà definito un altro. Resta attivo, anche in zona gialla, il coprifuoco dalle 22 alle 5 del mattino.

Un dato incoraggiante arriva dal fronte ospedaliero pugliese, che registra ogni giorno una lieve riduzione del numero dei pazienti ricoverati. La Puglia poi ad oggi è la regione italiana che ha trasferito il maggior numero di pazienti nelle terapie intensive: sono 163 in totale. Con l’Rt a 0,83, da lunedì prossimo anche la Basilicata tornerà in zona gialla. Dal monitoraggio sull’emergenza coronavirus dell’Istituto superiore di Sanità è emerso che in una settimana l’indice lucano di contagiosità è sceso da 1,09 a 0,83: tutto ciò, collegato ai numeri sulla pressione ospedaliera ben al di sotto della soglia d’allerta, ha permesso alla Basilicata di non diventare, come sembrava certo fino a qualche giorno fa, zona arancione.