Dad in Basilicata. Cosma: “Giusto chiudere la scuole. I giorni persi si potrebbero recuperare in estate”

 

Dopo l’intervento di Anci Basilicata, continua il dibattito tra le amministrazioni locali sull’opportunità di mantenere aperti gli istituti scolastici. Il sindaco di Tursi, Salvatore Cosma, si è detto favorevole al ricorso alla didattica a distanza nelle scuole di ogni ordine e grado in Basilicata.

“All’alba dello scoccare della Zona Arancione anche per la nostra regione a causa dell’aumento incontrollato dei nuovi casi positivi e a fronte di un sistema sanitario che è in sofferenza, difendo in maniera decisa la posizione assunta con altri colleghi sindaci di chiusura preventiva delle scuole di ogni ordine e grado nella nostra regione al fine di tutelare l’incolumità e la salute di tutte le figure che gravitano nell’ambiente scolastico, dai docenti, al personale ATA passando per il personale di segreteria e gli stessi alunni.

Concordo la prima parte della nota redatta dall’Anci Basilicata in merito al fatto che i Sindaci non possono sostituirsi ai governi regionali e nazionali ma non condivido la posizione assunta sul fatto di tenere le scuole aperte a tutti i costi.  A tal proposito mi auguro che l’azione condivisa da parte di alcuni primi cittadini come il sottoscritto in merito alla chiusura delle scuole, possa essere da sprono e da riflessione per chi è deputato per tali decisioni al fine di garantire anche un’omogeneità nelle decisioni a livello sia regionale che nazionale”.