La Regione Basilicata approva la proposta di legge sui “Lea aggiuntivi”

La quarta commissione permanente del Consiglio regionale della Basilicata ha approvato all’unanimità la proposta di legge sulla modifica dei “Lea aggiuntivi”, d’iniziativa di Marcello Pittella (Pd). Pittella ha precisato che “attualmente – secondo quanto reso noto dall’ufficio stampa del Consiglio regionale – le persone maggiorenni affette da autismo ricoverate presso centri specializzati ove ricevono le prestazioni assistenziali occorrenti, usufruiscono di un contributo pubblico corrispondente al 70% dell’importo della retta sostenuta. Con la modifica di legge si chiede di fornire la ‘prestazione residenziale’ a carico totale del Servizio Sanitario Nazionale, per venire incontro alle richieste delle famiglie degli assistiti, in un’ottica di welfare solidale volta ad attenuare la situazione già pesante di stress fisico-psicologico dovuto alla patologia che le stesse subiscono”.
La commissione ha anche preso atto della nota dell’ufficio Politiche della rappresentanza e della partecipazione con cui si chiede “la cancellazione dall’albo regionale delle Federazioni e associazioni dei lucani nel mondo” dell’associazione “Melfi club Federico II” di Torino e della richiesta della Commissione regionale dei Lucani nel Mondo “della nomina di un componente della Provincia di Potenza nella persona del presidente Rocco Guarino”.