Covid: Cgil Puglia, rispetto norme per evitare nuovo blocco

Appello di Gesmundo, un nuovo blocco sarebbe una catastrofe

 

Sulla ripresa dei contagi in Puglia interviene anche la Cgil e lancia l’allarme: “La ripresa dei contagi, anche in Puglia, è un fenomeno che non va sottovalutato. Ci sentiamo allora di rivolgere un appello sia a tutti i turisti che ancora affollano le spiagge e le città della nostra regione che a tutti cittadini e le imprese: continuiamo ad applicare tutte le misure preventive e rispettiamo chi sta lavorando per far sì che la ripresa delle attività possa avere luogo quanto prima senza ulteriori chiusure forzate”. Ad affermarlo è il segretario generale della Cgil Puglia, Pino Gesmundo, dopo l’aumento dei nuovi casi.

 

“Ovviamente la nostra richiesta è estesa ai datori di lavoro, in particolare alle aziende di trasporto pubblico: evitare il più possibile assembramenti e garantire le condizioni di distanziamento. Vanno rispettate le indicazioni del Governo e della Regione, sull’uso delle mascherine e ogni altro strumento di prevenzione, a tutela di chi lavora e si sposta con i mezzi pubblici ed inevitabilmente entra in contatto ogni giorno con centinaia di persone. Dobbiamo essere consapevoli che fino alla scoperta del vaccino ci toccherà un lungo periodo di convivenza con il virus e una modifica delle nostre abitudini”. Ancor maggior rispetto “per chi non ha mai smesso di lavorare anche durante il lockdown e nel pieno della pandemia. Cito una categoria per tutte, quella che lavora nella grande distribuzione, costretta anche all’ingrato compito di richiamare al rispetto delle norme i clienti che sottovalutano il rischio ancora presente, magari apostrofando in malo modo il lavoratore di turno, mentre rimangono ancora grandi incertezze per quanto riguarda lavoratori dello spettacolo e precari”.