Puglia. Mascherine all’aperto e nelle discoteche: la nuova ordinanza di Emiliano

L’ordinanza regionale n. 336 introduce l’obbligo di indossare dispositivi di protezione delle vie aeree anche all’aperto quando non è possibile rispettare il distanziamento sociale di almeno due metri

 

 

In Puglia nuova stretta sulle misure anti Covid-19. In tutta la Regione torna l’obbligo di indossare mascherine anche all’aperto, in tutte le situazioni in cui non è possibile garantire il distanziamento di almeno due metri. La nuova ordinanza emanata dal presidente delle Regione, Michele Emiliano, riguarda anche le discoteche, al centro delle polemiche nei giorni scorsi.

 

“Sarebbe sbagliato chiuderle”, ha commentato l’epidemiologo Pier Luigi Lopalco. Ma ora i gestori dei locali notturni, oltre che rilevare la temperatura corporea degli utenti, dovranno predisporre un’adeguata informazione sulle misure di prevenzione, che sia comprensibile anche ai clienti non italiani. In Puglia resta inoltre fermo l’obbligo di 14 giorni di quarantena per chiunque arrivi da Spagna, Grecia e Malta. La nuova ordinanza si è resa necessaria a seguito dell’aumento del flusso di turisti in Regione e in virtù dell’aumento dei casi di contagio. Sono esonerati dall’obbligo di indossare dispositivi di protezione delle vie aeree soltanto i bambini con meno di 6 anni e le persone impossibilitate all’uso continuativo di mascherine.

 

 

 

 

 

[Saverio Carlucci]