Controlli diffusi dalla Polfer nelle stazioni di Puglia, Basilicata e Molise

Su 3414 persone identificate, 32 sono quelle che sono state denunciate

Fitti controlli da parte della Polizia di Stato nelle stazioni di Puglia, Basilicata e Molise: 32 le persone denunciate

3414 persone identificate negli ultimi 7 giorni nelle stazioni di Puglia, Basilicata e Molise, 32 le persone denunciate e una famiglia affidata a una struttura protetta. È questo il bilancio delle attività svolte dalla Polizia di Stato nelle stazioni della Puglia, Basilicata e Molise. Nell’ambito dei capillari controlli svolti, anche in concomitanza dell’operazione “ALTO IMPATTO”, dalla Polizia Ferroviaria, sono stati adottati, negli ultimi giorni, alcuni provvedimenti. Tra gli episodi, la denuncia di un uomo a Bari. Gli agenti della Polfer, impegnati nei servizi di vigilanza nella Stazione di Bari Centrale, avevano notato un uomo che, alla loro vista, ha tentato di eludere il controllo, ma è stato raggiunto dai poliziotti che hanno notato un manico di coltello fuoriuscire da una tasca dei pantaloni. L’immediata perquisizione ha portato al ritrovamento di una lama appuntita di circa 7,5 cm: il trentanovenne è stato così denunciato per porto abusivo d’arma da taglio. A Barletta, invece, la Polfer è intervenuta in aiuto di una giovane mamma. La trentenne, originaria del Ghana e residente nella provincia, aveva chiesto ai poliziotti un aiuto per trovare una sistemazione per sé ed i figli, di cui uno di appena due mesi, non potendo più fruire, per ragioni economiche, della propria abitazione. I poliziotti hanno provveduto subito a rifocillare la famigliola e, dopo numerosi tentativi, sono riusciti ad individuare, nella provincia, una struttura in grado di accogliere la madre ed i bambini.