Porti: Yilport, esecutiva la rinascita del terminal a Taranto

Sergio Prete, presidente dell’Autorità di Sistema portuale del Mar Jonio: “Taranto di nuovo al centro del Mediterraneo per i traffici commerciali”

 

A Taranto rinasce il terminal del porto. Un sogno che diventa realtà, secondo Robert Yildirim, presidente del cda e Ceo della Yilport Holdin, concessionaria del terminal. “Abbiamo creduto in Taranto – ha detto – città che ha sofferto per più di 7 anni la mancanza di traffici container”. Nel corso di una videoconferenza la stessa Yilport e la San Cataldo Container Terminal hanno “voluto ringraziare le Istituzioni e le Autorità e quanti si sono adoperati per la perfetta riuscita del primo attracco di una nave al molo polisettoriale” dello scorso 12 luglio.

 

“Vogliamo lavorare insieme – ha aggiunto Yildirim – per realizzare congiuntamente il progetto su Taranto. Verranno incrementati i rapporti commerciali tra Turchia e Italia, e Italia e Nord-Africa con Taranto, che avrà un ruolo centrale nello sviluppo dei futuri traffici”.

 

L’amministratore delegato ha fatto anche sapere di essere in contatto con i soggetti intercontinentali dello shipping, con l’obiettivo di aggiungere nuovi servizi nei prossimi mesi. L’incontro è stato aperto dalla General Manager della San Cataldo Container Terminal Spa, Raffaella Del Prete. “Con l’attivazione del primo servizio feeder operata dalla compagnia francese di trasporto container CMA-CGM sul terminal di Taranto lo scorso 12 luglio – ha osservato il presidente dell’Autorità di Sistema portuale del Mar Jonio, Sergio Prete – il porto di Taranto è stato finalmente riposizionato nelle mappe internazionali dello shipping e dei traffici commerciali quale hub intermodale e logistico del Mediterraneo”.

 

Alla manifestazione di ringraziamento è intervenuto anche il sottosegretario Mario Turco, il quale ha dichiarato che “le attenzioni della Presidenza del Consiglio e del Governo su Taranto sono massime e in questo contesto il Porto rappresenta un asset strategico per la riconversione economica avviata da mesi con il Cantiere Taranto. “L’inizio delle attività portuali di Yilport e della società San Cataldo, – ha concluso Turco – sono per noi importanti e significative al fine di potenziare, in futuro, i traffici all’interno del sistema portuale jonico, diventando centrali nel più ampio bacino del Mediterraneo”.