Puglia, Strage dei treni: la commemorazione delle vittime a 4 anni dalla tragedia

Emiliano: “Il processo per la strage non può essere prescritto”

 

 

11 e 5. 12 luglio 2016. 4 anni sono trascorsi da quella afosa mattina d’estate, indelebile ormai nel cuore dei pugliesi. Due treni della Bari Nord si scontrano nelle campagne tra Andria e Corato. Un incidente terribile costato la vita a 23 persone e che sarà ricordato come il più grave disastro ferroviario mai avvenuto in Puglia.

 

 

Una targa commemorativa davanti alla stazione di Bari brilla sotto il sole di luglio, affinché nessuno dimentichi quelle vite, perse all’improvviso a causa di un errore di cui qualcuno prima o poi dovrà pagare. Le imputazioni sono gravissime, non c’è pericolo di prescrizione. Spera che sia vero, Anna Aloysi, sorella di Maria, 49enne andriese morta quel giorno. Anna da allora non ha mai smesso di lottare per rendere giustizia alla memoria di sua sorella e delle altre vittime di quell’incidente.