Moda: al via i lavori per la sfilata di Dior in piazza Duomo a Lecce

Rinviata da maggio al 22 luglio, sarà un vero e proprio “fashion show”, ma senza pubblico. Il sindaco Salvemini: “Sono orgoglioso”

Architettura e moda che si incontrano all’insegna dell’eccellenza. A Lecce, che diventa capitale dell’haute couture. Al via il primi lavori di allestimento per la sfilata di Christian Dior in Piazza Duomo. L’evento, un vero e proprio fashion show era previsto per maggio, ma l’emergenza sanitaria ha sconvolto i piani facendo slittare tutto al 22 luglio. Sarà dunque una sfilata nel pieno delle calde atmosfere estive del Salento, ma senza pubblico. La passerrella della collezione Dior Cruise 2021 in piazza Duomo era già stata confermata nelle scorse settimane dalla direttrice creativa Maria Grazia Chiuri, come omaggio alle origini della sua famiglia, e in una conferenza stampa online, cui hanno partecipato 600 giornalisti da più parti del mondo. Un evento internazionale, dunque, che sarà trasmesso in diretta streaming sui canali della maison francese. Dior ambienterà tra le bellezze architettoniche della città anche una serie di shooting fotografici della collezione Cruise. L’accesso alla Cattedrale, all’Episcopio e al Palazzo dell’Antico Seminario e al Museo diocesano sarà garantito, tranne che per alcune ore nei giorni 20, 21 e 22 luglio, per le prove generali dello show.
“Un ‘evento’ mondiale per il quale l’amministrazione non ha meriti da rivendicare; se non quello di aver immediatamente collaborato per agevolarne la realizzazione”. Commenta così, il sindaco di Lecce, Carlo Salvemini sui suoi canali social. E aggiunge: “Lecce, la sua ricchezza monumentale e i saperi artigianali del Salento e della Puglia, troveranno un veicolo di promozione straordinaria”. “Merito della bellezza della nostra città, – dice il primo cittadino – del valore delle nostre tradizioni culturali, che nell’epoca della comunicazione globale”. “Tutto questo – tiene a precisare Salvemini – a costo zero per l’amministrazione e i cittadini. Come sindaco sono orgoglioso e riconoscente”. Coinvolta anche la Chiesa, che mette a disposizione per la sfilata la piazza centrale di Lecce. “Un piccolo contributo alla promozione turistica – dichiara l’arcivescovo di Lecce, monsignor Michele Seccia – e un segno di speranza per questa terra”.