Taranto, Facoltà di Medicina: firmato accordo per la ex sede di Banca d’Italia

È stato siglato nel capoluogo jonico l’accordo tra Regione Puglia, Uniba e Asl di Taranto

 

 

Il corso di laurea in Medicina e Chirurgia dell’Università di Bari ha una nuova sede, a Taranto. È la ex sede della Banca d’Italia.

 

È stato siglato nel capoluogo jonico l’accordo tra Regione Puglia, Uniba e Asl di Taranto. A firmare il protocollo d’intesa, il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, il rettore dell’Università Stefano Bronzini e il direttore generale dell’Asl di Taranto, Stefano Rossi. Una scelta strategica e da tempo ritenuta fondamentale per il territorio di Taranto.

 

Le risorse per acquistare l’immobile arriveranno dal Fondo di Sviluppo e Coesione, che la Regione Puglia trasferirà presto all’Asl di Taranto. L’Azienda sanitaria procederà poi con il restauro e il riuso in modo da consentire l’avvio immediato delle prime attività di formazione già da settembre.

 

Soddisfatto il presidente della Regione Emiliano che dichiara: “Oggi si compie un altro importante passo per dare al corso di laurea di Medicina e Chirurgia di Taranto il ruolo che merita. Si parte dal recupero di un bene di grande pregio architettonico, – aggiunge il governatore – una sede prestigiosa per una Facoltà  che volgiamo diventi un punto di riferimento nel mondo accademico e della ricerca, un progetto sul quale la Regione Puglia ha creduto e sta investendo tanto per il bene di tutto il territorio”.

 

“Taranto ha bisogno dell’Università – spiega il rettore Bronzini – Bisognava soltanto avere un po’ più di pazienza. Dopo 20 anni finalmente riusciamo ad espandere l’Università anche ad altre sedi”.

 

“L’istituzione del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia è il segno di un riscatto non solo sanitario, ma anche sociale e culturale per una città come Taranto che, per le note vicende, ha vissuto una lunga situazione di sofferenza – dichiara Stefano Rossi, direttore generale dell’ASL Taranto”. Queste le parole di Stefano Rossi, direttore generale dell’Asl Taranto.