Ripresa attività sportive. Basilicata, Comuni capoluogo e operatori scrivono alla Regione

Programmare in sinergia, con l’importante coinvolgimento di tutte le istituzioni e le associazioni di settore, la riapertura a settembre degli impianti sportivi. E’ la richiesta avanzata nei confronti della Regione Basilicata da parte dei Comuni di Potenza e Matera, unitamente al Coni e il Cip lucani

 

In un messaggio, tra gli altri, a firma dell’assessore allo Sport potentino, Patrizia Guma, indirizzato al governatore Vito Bardi e all’assessore regionale al ramo, Franco Cupparo, l’auspicio affinché si raggiunga l’obiettivo comune di riapertura verso l’autunno di tutte le strutture nelle quali si pratica sport.

 

“Perché tutto questo sia possibile – è scritto – va evitato un approccio che veda i diversi soggetti operare in maniera singola, ma va favorito l’ascolto delle diverse realtà sportive, attraverso il quale è possibile conoscere le problematiche di quanti operano direttamente sul territorio”. Nelle scorse settimane, intercorsi già dei colloqui per chiedere di fissare un incontro urgente. Necessaria, secondo i promotori, la partecipazione di tutte le istituzioni sportive regionali e a margine del quale individuare, di concerto, le linee guida programmatiche per la riapertura in sicurezza delle attività sportive sull’intero territorio lucano.

 

Un passaggio necessario per consentire al mondo sportivo “di riprendere le fila dei progetti e delle iniziative sociali – hanno evidenziato – purtroppo interrotte a causa dell’emergenza sanitaria e oggi gravemente compromesse”. In precedenza, sempre l’assessore potentino Guma, aveva sollecitato l’ente Regione per consentire la ripresa degli sport da contatto. Stanti le indicazioni positive del governo centrale, infatti, sarebbe una risposta importante alle migliaia di cittadini che da tempo aspettano di tornare all’esercizio fisico in condivisione ed un messaggio di socialità e serenità quotidiana.