Maturità 2020, Liceo “Scacchi” di Bari: come cambia la prima vera prova della vita

Il vicepreside, Nicola Carofiglio: “L’atmosfera è diversa, ma le emozioni sono le stesse”.

Al via la Maturità 2020. Una maturità senza precedenti, stravolta nel profondo a causa dell’emergenza sanitaria. Vediamo come la stanno affrontando al Liceo Scacchi di Bari, tra regole nuove ed emozioni di sempre

La prima vera prova della vita. La maturità, che quest’anno non è la stessa di sempre. E così dopo tre mesi lontani dalle aule, gli studenti del quinto anno tornano a scuola, si spera, per l’ultima volta. Solo cinque al giorno. Ciascuno di loro si gioca tutto in un colloquio di un’ora, davanti a una commissione interna eccetto il presidente. Niente prove scritte e crediti rimodulati per tener conto del percorso pregresso di ogni maturando. A sostenere la prova al liceo scientifico “Scacchi” di Bari, quest’anno sono in 1500

Le regole sono nuove, le emozioni quelle di sempre. Anche se i ragazzi quest’anno dovranno rinunciare a vivere l’atmosfera dell’Esame di Stato in compagnia dei propri compagni di scuola.

Da domani inizia un nuovo percorso, fatto di altre soddisfazioni che sono ancora da scoprire. Una cosa però resta certa: la scuola è cambiata nel profondo. E i maturandi del 2020 si sono guadagnati un posto nella storia.