Emergenza lupi, mattanza in pascoli e stalle pugliesi: l’allarme di Coldiretti Puglia

Ultimo drammatico episodio nella notte in provincia di Taranto nei pressi del bosco di Sant’Antuono

 

Un fenomeno che tende a crescere e a creare non pochi problemi agli agricoltori pugliesi. Una emergenza che va dal Gargano fino a Taranto. E’ mattanza nelle stalle e sui pascoli di pecore e capre a causa della presenza dei lupi. L’allarme arriva da Coldiretti Puglia che racconta di episodi triplicati anche a seguito del lungo lockdown per il Coronavirus.

 

L’ultimo episodio di è verificato in provincia di Taranto, in un allevamento tra Mottola e Martina Franca, nei pressi del bosco di sant’Antuono. I lupi hanno attaccato e ucciso 25 pecore e gravemente ferito il resto del gregge che sarà destinato all’abbattimento. “Nel giro di dieci anni i lupi si sono moltiplicati, – denuncia Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia – mettendo a rischio non solo gli animali nelle stalle e al pascolo, ma anche la vita stessa di agricoltori  e allevatori. In Puglia sono enormi i danni causati dalla fauna selvatica, con un danno pari ad oltre 11 milioni di euro. Sono essenziali misure di contenimento per non lasciar morire i pascoli e costringere alla fuga migliaia di famiglie che da generazioni popolano le aree rurali più difficili dove l’allevamento è l’attività principale, ma anche i tanti giovani che faticosamente sono tornati per ripristinare la biodiversità perduta con il recupero delle storiche razze pugliesi, come la pecora ‘Gentile’ di Altamura o la ‘Moscia’ leccese. Il problema dei grandi carnivori sta diventando insostenibile ed è necessario trovare una soluzione in tempi rapidi”, “Il tema ormai ingestibile della fauna selvatica e dei predatori – insiste il presidente Muraglia – va affrontato ai massimi livelli con una strategia congiunta tra il Ministero dell’Ambiente e la Regione Puglia per stabilire le misure da adottare a tutela delle aziende agricole e zootecniche”. “Solo da gennaio a settembre 2019 – conclude Coldiretti Puglia – i lupi hanno attaccato, ferito e ucciso pecore, agnelli, mucche, vitelli, capre, suini, asini, cavalli, per un totale di 510 capi, sulla base delle denunce degli allevatori”.