Fase 2, ministra Bellanova: “Per la ripartenza scommettiamo sull’agroalimentare”

La ministra alle Politiche agricole è intervenuta a Morciano di Leuca (Le): “E’ un settore che è retto quando tutto il Paese era chiuso”. E sui braccianti afferma: “Ora hanno una opportunità”

 

 

Per il futuro nella ripartenza, bisogna scommettere sull’agroalimentare. Ne è convinta la ministra alle Politiche agricole, Teresa Bellanova, che a Morciano di Leuca, nel Leccese, ha incontrato i vertici di “Turismo Verde Cia”. La ministra ha parlato di un settore strategico, che “ha retto quando tutto il Paese era chiuso”. “Gli agricoltori, i braccianti agricoli – ha sottolineato Bellanova – hanno assunto un ruolo istituzionale consentendo all’Italia di mantenere le sue abitudini a tavola”.

 

Tornando a parlare della regolarizzazione dei braccianti, la ministra ha anche ribadito che la misura messa in campo potrà essere migliorata, ma punta a dare la possibilità di un permesso di soggiorno con cui garantire un lavoro dignitoso ai migranti, persone che – ha dichiarato Bellanova – in questi anni non solo sono state dimenticate ma ghettizzate”.

 

E poi l’appello a istituzioni, sindacati, mondo imprenditoriale e del volontariato: “Fate sapere a questi cittadini che vengono da un’altra parte del mondo che oggi possono uscire dall’invisibilità. Ora possono chiedere un permesso di soggiorno – ha concluso la ministra – dando un’opportunità alle imprese e alle famiglie che li impiegano come colf e badanti di farli lavorare in modo regolare”.