ArcelorMittal, azienda vieta ispezione a commissari Ilva

Dopo aver vietato l’accesso ai commissari Ilva, ArcelorMittal si dice disponibile a riprogrammarla in altra data

 

Ingresso negato ai commissari di Ilva in amministrazione straordinaria. ArcelorMittal non fa accedere al siderurgico di Taranto per l’ispezione programmata in fabbrica e annunciata con preavviso. Fonti qualificate hanno riferito ad AGI che il direttore del personale di ArcelorMittal, Arturo Ferrucci, ha dichiarato che l’azienda “non era pronta” e che la presenza di un gruppo ispettivo di una quindicina di persone costituiva un problema “causa Covid”.

 

Dopo aver vietato l’accesso ai commissari Ilva  ArcelorMittal si dice però disponibile a riprogrammarla in altra data. “La multinazionale franco-indiana – si legge in una nota – comunica che nella mattinata si sono presentati ai cancelli di Taranto i commissari straordinari dell’ex Ilva per effettuare una visita ispettiva”. “Come già ripetutamente comunicato ai medesimi commissari, – spiega la nota – sarebbe stato impossibile svolgere l’ispezione richiesta in quanto gli uffici aziendali sono chiusi in concomitanza con la festa nazionale del 2 giugno”. L’ispezione era stata comunque annunciata con preavviso di 5 giorni.

 

“ArcelorMittal – si evidenzia – conferma la sua disponibilità, già più volte ribadita, a concordare una data successiva per svolgere le ispezioni”. La visita ispettiva degli ingegneri di Ilva in As era stata richiesta per un monitoraggio degli impianti dopo le denunce dei sindacati. Fim, Fiom e Uilm hanno infatti coinvolto la struttura tuttora proprietaria dello stabilimento per segnalare tutte le criticità che, in particolar modo in questa fase, stanno emergendo con la produzione in area ghisa scesa al di sotto del minimo tecnico per gli altoforni.