IC Torraca Matera: incontro online sulla dispersione scolastica e la didattica a distanza

Web talk sulla situazione attuale e sulla ripartenza a settembre

 

Dispersione scolastica e relazione scuola famiglia ai tempi del covid-19 e della didattica a distanza. In diretta Facebook sulla pagina dell’Istituto Comprensivo Torraca di Matera, si è svolto un web talk organizzato dal Dirigente Scolastico Caterina Policaro in collaborazione con l’IIS Isabella Morra di Matera e le Edizioni Magister.

 

Un momento di riflessione e approfondimento su temi delicati  insieme alle autrici del libro “Riflessione oltre i confini: stare empaticamente insieme scuola-famiglia”, Rosaria Cancelliere, Dirigente Scolastico IIS Morra e Maria Cristina Santandrea consulente di psicologia scolastica e docente universitaria, Elisa Bernardi psicologo clinico, esperta di difficoltà educative e disagio scolastico.

 

“Ci si è interrogati sulle modalità di relazione mediate gioco forza da computer, tablet e telefonini – dichiara il Dirigente Scolastico dell’IC Torraca Caterina Policaro – durante le lezioni svolte in didattica a distanza e sui diversi nuovi problemi e disagi emersi. Anche in vista della programmazione in sicurezza della riapertura a settembre del nuovo anno scolastico.

 

Ne emerge un quadro variegato in cui la scuola insieme alle famiglie ha saputo mettersi in gioco e instaurare una relazione nuova nella quale le regole di convivenza online si sono assorbite velocemente con l’esempio. Una situazione a cui nessun dirigente, docente, genitore o ragazzo era assolutamente preparato a gestire, eppure in pochissimo tempo la scuola ha provato a ricreare situazioni in cui operare seppur tra mille difficoltà.

 

La scuola ha provato a non lasciare nessuno indietro, a comprendere le difficoltà di ogni alunno e dove possibile a risolverle fornendo notebook, tablet, sim per la connessione. Chiaramente i docenti hanno dovuto formarsi e agire in tempi ristrettissimi, vincendo la storica ritrosia al cambiamento.

 

La situazione è nuova per tutti – conclude la Policaro – il coinvolgimento emotivo è tanto e va gestito. La lettura e la scrittura insieme alla creatività anche digitale nel raccontare e condividere possono essere determinanti come competenze per affrontare, insieme, la ripresa delle attività e, si spera, di una quotidianità ordinaria. La scuola sono certa, per il lavoro che noi dirigenti insieme al personale docente di ogni ordine e grado stiamo facendo su diversi fronti – proverà a farsi trovare pronta a tutto questo.”