Bari, lenzuolo bianco e minuto di silenzio per la giornata della legalità

Il 23 maggio si terrà il 28esimo anniversario della strage di Capaci

 

Era il 23 maggio del 1992 quando nell’attentato di mafia sull’autostrada A29, nei pressi dello svincolo di Capaci, persero la vita Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo che viaggiava con lui, e i membri della scorta del giudice, Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro. Domani, sabato 23 maggio, a Bari l’amministrazione comunale ricorderà il 28° anniversario della strage. Sulla facciata di Palazzo di Città sarà esposto un lenzuolo bianco in segno di gratitudine verso tutti coloro che, in questi mesi, si sono prodigati, con abnegazione e grande senso del dovere, nella difficile gestione dell’emergenza sanitaria.

 

In programma anche la deposizione di corone d’alloro nei luoghi della città dedicati al ricordo dei martiri di questo tragico evento che ha segnato, al contempo, il risveglio della coscienza civile in tutto il Paese. Il sindaco osserverà poi un minuto di silenzio all’ingresso di Palazzo di Città nell’ora in cui il 23 maggio del ’92 esplose l’ordigno. Un modo per far rivivere l’eredità morale e il messaggio di speranza che ci ha lasciato Giovanni Falcone.