Fase 2, Puglia: negli uffici pubblici si accede su prenotazione

Per uffici aperti al pubblico, studi professionali e quelli dei servizi amministrativi, l’ordinanza regionale prevede prenotazione obbligatoria, distanziamento e, all’occorrenza, misurazione della temperatura corporea

 

Prenotazione obbligatoria, distanziamento e misurazione della temperatura corporea. In Puglia riaprono gli uffici pubblici, ma con cautela. E anche negli studi professionali e in quelli dei servizi amministrativi si potrà accedere solo tramite prenotazione.

 

La regola è contenuta nell’ordinanza regionale firmata dal presidente Michele Emiliano, in cui si invitano uffici pubblici e privati anche a riorganizzare gli spazi per assicurare il mantenimento di almeno un metro di separazione sia tra le singole postazioni di lavoro, sia tra i clienti in attesa. Qualora ciò non possa essere garantito, sarà obbligatorio l’utilizzo della mascherina. La misurazione della temperatura corporea potrà avvenire anche negli uffici aperti al pubblico, mentre le aree di lavoro potranno essere delimitate da barriere fisiche.

 

Dappertutto dovrà essere messo a disposizione gel igienizzante per le mani, da utilizzare frequentemente e soprattutto dopo il contatto con riviste e materiale informativo. L’attività di front office potrà avvenire soltanto in postazioni dotate di vetri o pareti di protezione. Per le riunioni di lavoro è ancora preferibile la modalità smart working. In alternativa dovrà essere garantito il rispetto del mantenimento della distanza interpersonale di almeno un metro.