Inaugurato il nuovo anno giudiziario del TAR Basilicata

Definito il 41% dei ricorsi depositati – è emerso – rispetto al 27 del 2018

Inaugurazione del nuovo anno giudiziario per il Tribunale amministrativo regionale per la Basilicata, occasione per stilare un bilancio del 2019, dovei l lavoro è stato diviso a metà per il passaggio del testimone da Giuseppe Caruso al presidente Fabio Donadono, trent’anni fa già a Potenza in veste di giudice amministrativo. In totale, il Tar ha emesso 1.222 provvedimenti e ha definito 836 ricorsi. Spicca la definizione del 41% dei ricorsi depositati, mentre nel 2018 – è scritto nella relazione – la quota dei ricorsi conclusi nel volgere di un anno era stata del 27%.

Dinanzi alle diverse rappresentanze politiche, militari e civili, Donadono ha voluto rilevare che non vi siano stati contenzioni di minore importanza. Oltre all’ampio lavoro per l’assegnazione dei seggi alle elezioni politiche regionali e comunali, un ricorso su sei è in materia di appalti.

Alla cerimonia di inaugurazione ha partecipato anche il Presidente del Consiglio di Stato, Filippo Patroni Griffi. A margine si è soffermato dalla linea da seguire per salvaguardare i presidi giudiziari lucani, ben noti per via del trascorso personale.