Riforma legge elettorale, la Corte Costituzionale dice di no

La Corte Costituzionale ha detto di no. Non ci sarà il referendum per l’abolizione della quota proporzionale dell’attuale sistema di voto, il cosiddetto «Rosatellum».

E’ stato dichiarato inammissibile il quesito presentato dal comitato promotore, dopo la richiesta in tal senso arrivata da otto consigli regionali governati dal centrodestra tra cui anche la Basilicata.

Per i giudici costituzionali il quesito risulta «eccessivamente manipolativo». Le motivazioni più ampie della sentenza si conosceranno solo con il deposito della stessa, che avverrà entro il 10 febbraio.