Provincia Matera: Navette Bari Palese, trovata soluzione definitiva

Partirà nei prossimi giorni il servizio di navette da e per Bari Palese e da e per la stazione di Ferrandina

Nei giorni scorsi, è stata infatti trovata una soluzione definitiva, grazie alla quale è stato possibile il superamento di alcune difficoltà che avevano impedito l’avvio programmato per inizio primavera.

Fondamentale – spiegano dall’Ente di via Ridola – è stata la mediazione del presidente Piero Marrese, che si è reso parte attiva nella vicenda, facendo da tramite con la Regione Basilicata, il Comune di Matera e il consorzio appaltante Cotrab, altri soggetti interessati, al fine del raggiungimento di un accordo.

Piero Marrese – presidente della Provincia di Matera

“Le difficoltà incontrate nelle ultime settimane sono state superate grazie ad una comune volontà di far partire un servizio utile ed essenziale per i cittadini materani e della provincia, nonché per i turisti in arrivo numerosi per visitare i nostri territori – precisa il presidente Piero Marrese -. La Provincia, in quest’ottica, ha sempre svolto un ruolo propulsore e determinante, fornendo dal principio la sua disponibilità, che si conferma in maniera totale, e portando avanti un costante dialogo con le altre parti in causa per giungere quanto prima allo sblocco dell’empasse. Nei prossimi giorni, sarà completato l’iter amministrativo per consentire l’immediato avvio al servizio, conseguendo anche un risparmio economico. Siamo quindi soddisfatti di aver raggiunto un traguardo che costituisce una priorità nei collegamenti verso l’aeroporto di Palese. Un ringraziamento al Comune di Matera, nelle persone del sindaco Raffaello De Ruggieri e dell’assessore al ramo Angelo Montemurro, con i quali abbiamo lavorato in sinergia e collaborazione per il raggiungimento di questo importante obiettivo, e al ministro del Sud Barbara Lezzi per l’interessamento mostrato alla vicenda. Ringrazio anche per l’interessamento Leonardo Bia, presidente delle associazioni che si occupano del potenziamento e della sicurezza delle infrastrutture del materano”.