Il tarantino Padula nuovo presidente del Copercom (Associazioni per la comunicazione)

Massimiliano Padula è il nuovo presidente del Copercom. Eletto oggi a Roma durante il Comitato dei presidenti e delegati dell’organismo che coordina le associazioni per la comunicazione. Subentra a Domenico Delle Foglie che ha guidato il coordinamento per due mandati triennali consecutivi.

All’incontro erano presenti, tra gli altri, mons. Giovanni D’Ercole, vescovo di Ascoli Piceno e presidente della Commissione “Cultura e comunicazioni sociali” della Cei, don Ivan Maffeis, direttore dell’Ufficio per le comunicazioni sociali della Conferenza Episcopale Italiana, il giornalista Gianni Borsa, eletto dai presenti vice presidente del Copercom.

“In un contesto sociale e comunicativo complesso, nel quale l’enorme e confusa disponibilità di mezzi e contenuti rischia di deresponsabilizzarci – ha spiegato il neo presidente – è fondamentale che il mondo associativo si impegni per la costruzione di pratiche centrate sull’ascolto, sul dialogo e sulla capacità di discernere tra cosa è bene e cosa è male”.

In particolare, ha aggiunto, “bisogna entrare in una logica del ‘farsi carico’, prendendo esempio da quello che, per Papa Francesco, rappresenta il comunicatore perfetto: il Buon Samaritano che si fa carico del morente prendendolo con sé e curandone le ferite”.

Foto AGENSIR

Padula è nato a Taranto nel 1978 e vive a Roma. Insegna “Comunicazione” presso l’Istituto Pastorale Redemptor Hominis della Pontificia Università Lateranense. Presso lo stesso Ateneo, coordina il Centro Alti Studi. È stato presidente nazionale dell’Aiart – Associazione Cittadini mediali onlus.

Il Copercom, costituito da 29 associazioni, ha la finalità di realizzare iniziative mirate alla sensibilizzazione e alla crescita della capacità e della coscienza critica dei cittadini con particolare riferimento all’universo dei media e della comunicazione.