Regione Basilicata. Approvata variazione bilancio 2017-2019

Sanità, personale degli enti pubblici, governance degli enti locali e delle aree industriali, approvvigionamento idrico primario e servizi socio educativi. Sono le misure approvate a maggioranza nella serata di martedì dal Consiglio regionale lucano e contenute all’interno della Prima variazione al bilancio pluriennale 2017/2019.

In particolare, nel Disegno di Legge della Giunta, sul tema sanitario per il 2017 è stata riconosciuta una quota giornaliera di 24 euro per gli anziani non autosufficienti e di 26 euro per gli anziani allettati già ospitati nelle strutture residenziali al 31 dicembre 2016. Assegnato, inoltre, un contributo di 120 mila euro per la prosecuzione dell’attività della sezione italiana dell’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità attraverso l’Asp.

Tampone con proroga dei contratti di collaborazione fino al 31 dicembre prossimo del personale non dirigenziale impiegato nelle attività, tra le altre, dell’Osservatorio dei prezzi, dei servizi e delle tecnologie, mentre, dopo accese proteste e interlocuzioni, sono stati prorogati fino al 30 settembre i contratti di collaborazione per l’assistenza tecnica a valere sui programmi cofinanziati dai fondi europei. Sul processo di riforma della governance locale e sostenere l’avvio delle forme di aggregazione dei Comuni, la Giunta regionale per un periodo massimo di 24 mesi potrà assegnare proprio personale alle Unioni di Comuni, mentre per garantire continuità nell’erogazione dei servizi, è stato assegnato un contributo straordinario di 97 mila euro all’Unione di Comuni dell’Alto Bradano. Infine, saranno nominati da uno a tre commissari per accelerare il processo di estinzione delle già soppresse Comunità Montane.

Entro il 30 settembre 2017 si dovrà approvare una proposta di nuova governance delle aree industriali della Basilicata – come ribadito dall’Ufficio Stampa del Consiglio Regionale – con un contributo una tantum di 1,5 milioni di euro per salvare il Consorzio industriale di Potenza. Sul fronte dell’approvvigionamento idrico: approvati gli atti di messa in liquidazione di Acqua Spa con il commissario liquidatore dei Consorzi di bonifica e l’amministratore unico di Acquedotto lucano che potranno avvalersi del personale in servizio e dei vincitori presenti in graduatoria. Contributo straordinario di 150 mila euro al Comune di Matera per la Festa della Bruna e 50 mila euro per la redazione del dossier di candidatura Unesco delle Rabatane di Tricarico, Pietrapertosa e Tursi e del paesaggio di Maratea, inoltre, 10 mila euro al Centro di geomorfologia integrata per l’area del Mediterraneo di Potenza.

Su cifre e modalità, Pittella ha parlato di partite, anche complicate, “che il tempo difficile che viviamo ci sta consegnando in fatto di responsabilità”. Dubbi sono stati espressi dalle opposizioni, in particolare, sulle proroghe dei contratti di collaborazione per l’assistenza tecnica.