Gdf Basilicata: appetiti illegali da fuori regione sulle risorse lucane

Un modello d’intensa cooperazione per tutelare la legalità e il valore delle istituzioni. A metterlo in evidenza è il Generale di Brigata Salvatore De Benedetto, alla sua ultima celebrazione da Comandante Regionale di Basilicata della Guardia di Finanza.

Dal prossimo luglio sarà trasferito con altra mansione a Napoli. Ecco quindi che l’occasione del 243 esimo anniversario della fondazione delle fiamme gialle è servita per tracciare un bilancio personale e passare idealmente il testimone al successore. Tra le operazioni nei primi cinque mesi del 2017, spiccano l’evasione fiscale, le frodi, gli sprechi di risorse pubbliche e il riciclaggio di denaro. I militari hanno scoperto circa 13 milioni di euro sottratti alla tassazione da attività produttive, con dieci imprenditori che hanno utilizzato 14 lavoratori in nero e 44 irregolari: nell’ambito dei controlli, inoltre, sono stati sequestrati circa 14 mila euro per il recupero delle imposte evase, e altri 2,3 milioni di euro sono stati proposti per il sequestro.

Un commento è andato alla relazione annuale della Direzione nazionale antimafia, nel capitolo dedicato alla Basilicata con pericolo di una mafia autoctona e gli interessi su Matera 2019.