Giornata della Memoria. Alcune delle iniziative in programma tra Puglia e Basilicata

Il 27 gennaio del 1945 le truppe dell’Armata Rossa liberarono il campo di concentramento di Auschwitz, per questo motivo la ricorrenza internazionale del “Giorno della Memoria” è stata designata in quella data dall’assemblea generale dell’Onu per commemorare le vittime dell’Olocausto.

Grazie alla scoperta di Auschwitz e alle testimonianze dei sopravvissuti, per la prima volta in modo compiuto fu possibile rivelare al mondo l’orrore del genocidio nazifascista.

Molte sono le iniziative, che come ogni anno, sono promosse anche nelle nostre regioni meridionali, tra Puglia e Basilicata. Elencarle tutte non è facile e richiederebbe molto spazio. Qui ne abbiamo dunque segnalate alcune.

In Basilicata, Unibas ad esempio celebrerà la Giornata con una “lezione concerto” dal titolo “Memorie di Shlomo” in programma il 25 gennaio a Potenza, nell’Aula Magna del rione Francioso (dalle ore 18.00). Sul palco Nadia Martina con il gruppo musicale “Shanah Tovah” si esibiranno nell’ambito della rassegna “Universa Musica”.

Il 27 gennaio, alle 18.00 a Valsinni nella sala del Consiglio Comunale l’amministrazione ha organizzato la proiezione del film “Train de Vie, un treno per vivere”. La pellicola racconta le vicende della comunità ebraica di un piccolo villaggio dell’Europa dell’Est all’arrivo dei nazisti, di Shlomo e del suo treno, permettono di trattare, con ironia, non solo uno dei momenti più bui della Storia, ma anche gli effetti disumanizzanti dell’ideologia e del potere sugli uomini.

A Matera alle 17.30 presso l’ex Ospedale San Rocco sarà inaugurata una mostra intitolata “I fautori della memoria” dedicata ai progettisti, scultori, marmisti e scalpellini di origine lucana che progettarono e realizzarono i monumenti e le lapidi contribuendo concretamente a celebrare il sacrificio e la memoria dei soldati partiti per il fronte e non più tornati.

Le iniziative pugliesi, promosse dall’Assessorato all’Industria Turistica e Culturale in collaborazione con l’Associazione Presidi del Libro sono elencate invece in un apposito calendario dal titolo “Pietre d’inciampo” il cui nome deriva dall’installazione di oltre 56mila targhe di ottone depositate nel tessuto urbanistico e sociale delle città europee come memoria diffusa dei cittadini deportati nei campi di sterminio nazisti.

A Gravina il Comune d’intesa con la compagnia teatrale “Colpi di scena” ed il Teatro Vida promuove un ricco calendario di iniziative, con recital e dibattiti. A Bari a Palazzo Sagges alle ore 09.00 avrà luogo un seminario su “Bari e la Puglia ebraica” insieme a una mostra documentaria, mentre a Taranto, presso l’ITES Pitagora alle ore 10.00 è previsto un incontro sul film “Una volta nella vita” di Marie Castille Manton – Schaar. Nei locali della scuola primaria di Calimera, nel leccese, alle 10.00 lettura partecipata del libro di Lia Levi “La Portinaia Apollonia”.