Mattarella attesta “Alfieri della Repubblica” anche due giovani pugliesi

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha consegnato al Quirinale gli attestati e i distintivi d’onore agli “Alfieri della Repubblica”.

Nel corso della cerimonia il Presidente ha rivolto un indirizzo di saluto. La benemerenza vuole premiare il merito nello studio, in attività culturali, scientifiche, artistiche o sportive nonchè l’impegno nel volontariato o singoli atti o comportamenti ispirati ad altruismo e solidarietà.

L’attestato viene riservato ai giovani che, al momento della segnalazione non avevano ancora compiuto il diciottesimo anno d’età, e concesso ai cittadini italiani, anche residenti all’estero, e ai cittadini stranieri residenti nel nostro Paese, che siano nati in Italia o abbiano frequentato con profitto le scuole italiane.

Mattarella con i giovani Alfieri della Repubblica

Mattarella con i giovani Alfieri della Repubblica

Tra i ragazzi ci sono anche il 16enne di Cavallino (LE) Giorgio Armillis che ha ideato, assieme ai compagni di classe, il Movimento Anti Bullismo Animato da Studenti Adolescenti – MABAST A, innescando per la prima volta “dal basso” un processo di lotta al bullismo e al cyberbullismo e dando anche vita alle “Classi debullizzate” (una sorta di bollino verde per le classi prive di fenomeni di bullismo), ai “Bulliziotti” (studenti con il compito di disinnescare episodi sul nascere) e alle “Bullibox” (urne in cui si possono segnalare anonimamente i casi nella propria scuola).

Insignito anche il barlettano Antonio Pio Distaso che sin da giovanissimo ha coltivato la passione degli scacchi, esordendo ai Campionati provinciali a soli 6 anni e ottenendo 5 vittorie su 6 a questa competizione. 6 volte campione d’Italia ai Campionati Giovanili Studenteschi con le Scuole elementari, medie e superiori. Ha conseguito il titolo federale di Maestro di scacchi nel 2012 vincendo il campionato italiano per categoria “Candidati Maestri” a Civitanova Marche e che a titolo gratuito, insegna ai bambini dell’Istituto Comprensivo “Pietro Mennea” di Barletta, la disciplina scacchistica preparandoli per i campionati giovanili studenteschi.