Biologico, la Basilicata al Sana di Bologna

Bologna. “Il grano lucano è il migliore d’Italia per quantità minime di micotossime e per questo andrebbe premiato dal mercato” . E’ quanto dichiarato dal ricercatore del Crea Fabrizio Quaranta al convegno “Qualità è salute” organizzato dal Dipartimento Agricoltura della Regione Basilicata nello stand lucano del Sana di Bologna, il Salone Internazionale del Biologico e del Naturale che riunisce, su 50mila mq, 833 aziende con una forte presenza di buyer internazionali provenienti da 27 Paesi. Ebbene con le sue eccellenze c’è anche la Basilicata con otto produttori lucani ed un consorzio che raggruppa 40 aziende . Il sistema lucano è presentato, dunque, nel suo complesso in uno spazio importante e di prestigio. Dall’ortofrutta alla pasta, dai legumi ai peperoni cruschi, dal pane al caffè fino all’humus di lombrichi come concime biologico.

E poi gli showcooking e le degustazioni di zuppe di cereali e legumi bio con gli chef dell’Unione Regionale Cuochi Lucani. Una Basilicata sana e buona che sta ricevendo grandi apprezzamenti anche da visitatori illustri come l’assessore all’agricoltura dell’Emilia Romagna Simona Caselli, autorevole rappresentante del settore in Italia.

Il Sana di Bologna è solo il primo di una serie di appuntamenti che, a settembre, porteranno la Basilicata nei principali eventi fieristici nazionali ed internazionali; prossime tappe il MacFruit di Rimini ed il Salone del Gusto di Torino.