Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia: a Matera un ordine del giorno in Consiglio

Annunziata Antezza con Angelo Cotugno (PD)

Annunziata Antezza con Angelo Cotugno (PD)

In occasione della Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia, svoltasi oggi, il Consiglio comunale di Matera, nella seduta di ieri, ha approvato all’unanimità un ordine del giorno presentato dalla vice-presidente del Consiglio Nunzia Antezza.

“La Storia di questa città – ha detto in proposito Antezza – ha prodotto negli anni una realtà profondamente segnata da una pluralità di storie, soggetti e luoghi che hanno dato vita a studi internazionali e a pratiche conosciuti ed apprezzati nel mondo. Matera ha una lunga tradizione come luogo della cultura e come città dell’uomo. Oggi ha l’opportunità di diventare, tra l’altro, anche la città dell’educazione, della pedagogia e dell’antropologia culturale. Quindi nuova vita nei quartieri e utilizzo dei fondi sapendo che i benefici di una educazione e cura di elevata qualità conferita nella prima infanzia sono sociali, economici ed educativi . Avere a cuore e rendere esigibile il diritto ad una buona qualità della vita – ha detto ancora Antezza – è la maniera più efficace per prosciugare ogni brodo di coltura del terrorismo e della malavita che, in assenza di diritti veri, recluta i giovani disperati da indottrinare, per uccidere ed uccidersi”.

In concreto l’iniziativa vuole affermare il ruolo centrale della scuola nella società della conoscenza e innalzare i livelli di istruzione e le competenze delle studentesse e degli studenti, rispettandone i tempi e gli stili di apprendimento, per contrastare le diseguaglianze socio-culturali e territoriali, per prevenire e recuperare l’abbandono e la dispersione scolastica per realizzare una scuola aperta, quale laboratorio permanente di ricerca, sperimentazione e innovazione didattica, di partecipazione e di educazione alla cittadinanza attiva.