Groupama e idee start up: un giovane potentino tra i premiati

Foto Ansa

Foto Ansa

Roma. Il progetto Pd-Watch del trentenne potentino Luigi Battista si è aggiudicato il secondo premio di Think4south, l’innovation program di Groupama Assicurazioni, per supportare progetti capaci di offrire soluzioni tecnologiche innovative per la prevenzione del rischio dedicato a nuove Start Up di giovani tra i 18 e i 35 anni residenti nelle regioni del Sud Italia.

Battista ha ideato un dispositivo medico wearable in grado di effettuare un monitoraggio continuo a lungo termine per supportare la diagnosi del morbo di Parkinson in soggetti a rischio, monitorare nel tempo la malattia e quantificare gli effetti terapeutici del piano di cura in atto inviando le informazioni agli operatori sanitari specializzati.

Candidato nella categoria “Rischi Sanitari” il progetto beneficerà di un contributo economico di quindicimila euro e dell’ingresso nel programma di accelerazione di Luiss Enlabs.

Tre i progetti vincitori, selezionati fra oltre 400 proposte ricevute; sono stati premiati per il forte impatto innovativo basato su tecnologie digitali avanzate, la capacità di rispondere a specifici bisogni e un business plan sostenibile.

Primo premio a “The Sure Path”, per la categoria “Mobilità e Sicurezza” presentato dalla start up Park Smart di Catania: offre un servizio d itracciatura che suggerisce ai clienti le offerte migliori in base allo stile di guida. Premio Speciale al progetto di mappatura del rischio ambientale attraverso droni e altri strumenti innovativi.

La giuria – composta dal top management di Groupama Assicurazioni, rappresentanti dell’acceleratore Luiss Enlabs “la fabbrica delle start up”, esperti di Swiss Re e STMicroelectronics, con forte specializzazione su prevenzione del rischio – li ha scelti tra gli 8 finalisti che lo scorso 26 maggio hanno presentato la loro idea innovativa direttamente nella sede di Groupama.

“Sostegno all’economia del Sud Italia, prevenzione come leva per lo sviluppo e innovazione tecnologica al servizio della prevenzione del rischio”, un’iniziativa di successo che sarà proposta anche a livello internazionale