I depuratori di Matera sono conformi, e Altamura? Berlinguer scrive alla Regione Puglia

Il torrente Gravina inquinato

POTENZA – Dai campionamenti effettuati dall’Arpab nei depuratori di Matera (Pantano, Sarra e Lamione) “si evince la conformità degli scarichi” ai limiti fissati dalla legge del 2006: è quanto ha scritto l’assessore regionale della Basilicata all’ambiente, Aldo Berlinguer, all’assessore regionale all’ambiente della Puglia, Lorenzo Nicastro.

Nella lettera, Berlinguer ha precisato di aver chiesto all’Arpab anche i campionamenti nei torrenti Jesce, Gravina di Matera e Gravina di Picciano: “Al contrario – ha proseguito Berlinguer – l’esame dei campionamenti effettuati a monte della confluenza idrografica e al confine con la Puglia, hanno rilevato inequivocabilmente concentrazioni di inquinamento organico compatibili con una importante attività antropica non completamente “trattata” dal depuratore di Altamura (Bari)”.

“Come potrai capire – ha concluso l’assessore regionale lucano – la situazione appena riscontrata mi preoccupa non poco ed impone, senza indugio alcuno, di adottare ogni opportuna misura tesa alla sollecita risoluzione del problema”.

Francesco Giusto ha raccolto le dichiarazioni dell’assessore lucano