Operatori stranieri alla scoperta del Sud. Il Siaft arriva a Matera

SiaftMATERA – Trenta buyer internazionali e 40 seller per valorizzare i prodotti turistici e le produzioni agroalimentari del Sud Italia. Sono questi solo alcuni dei numeri della tappa del Siaft (Southern Italian Agri Food Tourism), in corso di svolgimento a Matera, fino al 19 di settembre. Siaft, che è alla sua quinta edizione, è un progetto che si pone l’obiettivo di offrire alle realtà imprenditoriali dei settori agroalimentare e turismo l’incontro con i mercati internazionali per sviluppare i propri processi di internazionalizzazione. Il progetto coinvolge 16 Camere di Commercio, con Matera come capofila. Si tratta di Chieti, Cosenza, Crotone, Frosinone, L’Aquila, Latina, Lecce, Matera, appunto, Napoli, Pescara, Rieti, Siracusa, Taranto, Teramo, Unioncamere Molise e Viterbo. Nell’ambito del progetto, la tappa materana è dedicata in particolare al turismo, con la Camera di Commercio che ha scelto TTG Italia come partner tecnico per la selezione dei buers, che stanno prendendo parte alla manifestazione. I trenta compratori internazionali che nella giornata del 17 settembre parteciperanno agli incontri b2b tematici, provengono, in particolare, da Giappone, Russia, UK, Usa e Paesi Scandinavi. Alle peculiarità e alla potenzialità multisensoriali dei beni ambientali, culturali e gastronomici dei rioni Sassi e del comprensorio è legato inoltre il progetto di promozione turistica che la Camera di commercio di Matera ha presentato ieri in ”Casa Cava”, in concomitanza con l’avvio del Siaft. Il progetto di promozione turistica multisensoriale, denominato ”Sassi che il mare ha consumato… Cultura Sapori Mare della Basilicata”, che vede come soggetto attuatore la Camera di commercio di Matera, rientra nel Piano esecutivo dei progetti di eccellenza della Regione Basilicata.