Primo Maggio a Matera: Santa Messa per lavoratori e imprenditori

 

visita_pastorale_al_mondo_dellMatera. Parole di speranza quelle rivolte questa mattina dall’arcivescovo Monsignor Salvatore Ligorio durante la Santa Messa celebrata per il terzo anno consecutivo nell’azienda Trasporti Santantonio a Matera in occasione del Primo Maggio, festa dei lavoratori e memoria liturgica di San Giuseppe lavoratore. Sua Eccellenza, tenendo sempre vive nel cuore dei fedeli le parole di Papa Francesco, ha invitato a pregare, riflettere e ad adoperarsi perché il lavoro sia garantito a tutti e si compia nel rispetto della dignità delle persone, mirando a produrre solo ciò che è buono e necessario, perché “la crisi attuale – ha spiegato – non è causata dalla povertà di mezzi, ma dalla carenza di fini”. “E’ necessario dimenticare gli egoismi – ha sottolineato ancora; le iniziative che franano sono quelle speculative e non condivise”. Ed è così che ognuno con i propri ruoli e responsabilità dovrà impegnarsi per il raggiungimento del bene comune condividendo azioni e obiettivi che generano dinamismo nella società. Alla Santa Messa odierna, allietata dal coro di voci bianche di una parrocchia di Scanzano, hanno partecipato i rappresentanti istituzionali e il presidente della Camera di Commercio di Matera, Angelo Tortorelli che con la Diocesi ha promosso questa giornata, utile a riaffermare con forza la dignità del lavoro e ridare speranza a quanti vivono nella precarietà.