Giornata Mondiale Rene 2014, le iniziative in Basilicata

ReneIn Italia una persona su dieci soffre di disturbi ai reni: un insieme di patologie in continuo aumento e che possono condurre, se non prevenute, alla dialisi e al trapianto. Eppure, basterebbe un semplice esame delle urine e il dosaggio della creatinina per diagnosticare una malattia che, se identificata in fase precoce, può prevenirne la sua evoluzione con tutte le relative complicanze. Sensibilizzazione e prevenzione. Queste le due parole chiave della Giornata mondiale del rene 2014 che si svolge oggi, in contemporanea, in numerose città italiane. Punto informativo allestito anche a Matera, nell’atrio dell’Ospedale Madonna delle Grazie. Medici e infermieri dell’Unità Operativa di Nefrologia e Dialisi, diretto dal dottor Franco Casino, a disposizione del pubblico per domande o brevi colloqui, con la possibilità di sottoporsi ad uno screening, misurazione della pressione arteriosa e della frequenza cardiaca ed uno stick delle urine. Ai soci dell’ANED il compito di distribuire informativo per spiegare che i reni sono organi importanti e bisogna imparare a conoscerli e a curarli per evitare gravi conseguenze. Alle iniziative della giornata, ha aderito anche l’Azienda sanitaria di Potenza, con i Centri di Nefrologia e Dialisi di Lauria, Maratea, Villa D’Agri e Chiaromonte “per la prevenzione delle nefropatie attraverso la quale si vuole anche sensibilizzare sul trapianto di organi”. Anche in questo caso, possibilità di accesso, fra le 8 e le 14, ad un counseling gratuito e quindi alle informazioni sulla donazione e sulle relative procedure. Stessa attività di ambulatorio che sarà effettuata domani, venerdì 14 marzo, dalle 8 alle 14, al Centro Dialisi e Nefrologia dell’Ospedale di Maratea e sabato, 15 marzo, stessi orari, all’ambulatorio di Latronico.